Non puoi rinascere se non cadi a terra…
Non puoi rinascere senza prima morire…
Non puoi morire se prima non comprendi di non essere mai nato…

 

Vorrei proporre alla vostra attenzione un pezzo a me caro dal titolo “Rebirth” (rinascita)  di Stefano Mocini e, visto che siamo nel periodo natalizio, il pezzo mi sembra appropriato. Un brano il cui titolo è l’emblema di uno dei pensieri dominanti nel mondo e dei tempi, “la rinascita e la morte”.
Si parla fin troppo spesso di rinascita e ognuno a modo proprio tenta di spiegare cosa significhi davvero rinascere, chi lo fa con la musica, chi con le parole, chi con le immagini, chi con i simboli. Sta ad ognuno di noi interpretare e far nostri i messaggi che riceviamo. Messaggi che fanno parte del vissuto personale di altri individui e che raccontano il significato della rinascita e cosa abbia significato per loro. Per tale ragione, spesso certi messaggi appaiono apparentemente misteriosi ed oscuri. Ciò è comprensibile… del resto, quando eravate bambini, qualcuno vi ha insegnato a camminare con le parole? No, ovviamente. E oggi qualcuno potrebbe insegnarvi, ad esempio, a nuotare con parole, musica o immagini? Non credo… sta ad ognuno di noi entrare nell’acqua e provare a mantenersi a galla. Ergo: Nessuno potrà mai spiegare cosa significa la “rinascita”, bisogna scoprirlo da soli poiché la nostra interpretazione del reale è “soggettiva”… ma di una cosa sono certa: ” è possibile rinascere ogni giorno, esattamente come il sole che si leva ogni mattina all’alba. La luce non è mai la stessa, ogni giorno è differente e irradia nuovi colori. Anche l’uomo ha la stessa possibilità di “rinascere” con il nuovo giorno, e di irradiare intorno a sé…nuovi pensieri, nuove parole, nuova “musica”… nuovi “colori” .

Questa presentazione richiede JavaScript.

 

Ps. Sapete che i neonati nei loro primi mesi di vita sanno nuotare? Ciò è dovuto ad un meccanismo innato che consente di bloccare il respiro in immersione ed il loro movimento è dato dall’istinto… un istinto che si perderà dopo qualche mese.
Cosa vuol dire? Semplicemente che ci sono molti “istinti” che andrebbero recuperati…

Rossella Tirimacco