Il problema non è nel cambiamento, ma lo è nel rimanere fermi. Si può decidere se continuare a leggere pagine già lette, o scrivere nuovi capitoli del proprio libro della vita. Il passato, lo conosci già, il futuro non esiste ancora, ma nel presente puoi fare la differenza. Prendi la penna e inizia a scrivere!

Il tempo natalizio è ormai terminato. Ancora poche ore e gli ultimi residui di un’atmosfera colorata, percepita da molti di noi come “generosa”, andrà via del tutto lasciando al suo posto un “nuovo ritmo” ancora tutto da scrivere. Per alcuni, l’ironica  “novità ” è che non c’è nessuna novità, e una volta finite le feste tutto tornerà come prima con il solito tran-tran e con i soliti problemi che durante questi giorni, molti avevano accantonato. Per altri, invece, forse queste feste avranno portato delle novità vere nella loro vita, e quindi partiranno già con il vento del cambiamento che influenzerà la loro direzione.

Comunque la si voglia vedere,  “nulla sarà come prima” semplicemente perché tutto è in costante mutamento. La nostra stessa pelle, ad esempio, cambia ogni secondo, solo che non lo percepiamo. Allo stesso modo, tutto ciò che vediamo cambia, altroché se cambia! Ogni momento è “unico e irripetibile”, anche se ci è difficile accettarlo, per questo facciamo resistenza a ciò che è nuovo e ci ancoriamo alla monotonia di quel tran tran che tanto odiamo ma che nello stesso tempo ci tranquillizza perché “lo conosciamo”. Il nuovo ci affascina e nello stesso tempo ci terrorizza, questo preferiamo “non percepire” che il mondo sta cambiando, preferiamo chiudere gli occhi e far finta che tutto sia uguale a ieri, illudendoci di poter fermare la vita che è nel cambiamento e nel mutamento. Così come l’acqua scorre… così la nostra vita scorre e muta… e se si prova a fermarla, imputridisce come l’acqua stagnante.
Ed ora… se siete d’accordo con me, vi invito da domani stesso a guardare il nuovo giorno con “nuovi occhi” provando gratitudine per ciò che avete… anche se credete di non avere niente, ringraziate lo stesso e iniziate questo nuovo anno all’insegna della “vita che scorre come l’acqua, rigenerandosi momento per momento”.

Rossella Tirimacco